Secondo quanto riferito, Google ridimensiona le sue divisioni laptop e tablet

Google è il re contestato quando si tratta di software e tecnologie associate, ma non si può dire lo stesso per l'hardware. Google non ha avuto molto successo con la maggior parte delle sue offerte di hardware e un recente rapporto di Business Insider indica che è improbabile che questo cambi anche nel futuro a breve termine. Secondo quanto riferito, il gigante del software ha spostato "dozzine di dipendenti" dalle divisioni di laptop e tablet, ridimensionando le dimensioni del proprio gruppo hardware interno mentre rivaluta i propri piani di prodotto. I dipendenti del team "Crea" di Google – una divisione hardware interna responsabile dello sviluppo e della produzione di prodotti laptop e tablet di Google – sono stati invitati a trovare nuovi progetti e ruoli temporanei all'interno di Alphabet. Ingegneri hardware, Responsabili del programma tecnico e personale di supporto correlato sono stati informati di questi "ridimensionamenti della roadmap". Secondo quanto riferito, tali cambiamenti sono stati provocati dalla cancellazione di progetti all'interno della divisione laptop e tablet. I dipendenti interessati hanno cercato ruoli temporanei all'interno della divisione smartphone di Google e in altre società di Alphabet, consentendo loro di rimanere associati a Google e offrendo alla società flessibilità per rivedere la propria decisione in futuro. I ruoli di produzione all'interno di Create non sono stati segnalati come non influenzati dal recente ridimensionamento, il che indica che la gamma di prodotti a breve termine di Google potrebbe non essere modificata. Tuttavia, il team avrebbe avuto un "mucchio di cose in lavorazione" e il ridimensionamento probabilmente "ridurrà il portafoglio" dei prodotti. Come riporta Business Insider, questa "roadmap pushout" solleva ora domande sull'entità dell'impegno di Google a costruire la propria linea di laptop e tablet. Il mercato dell'hardware per portatili è estremamente competitivo e tutti gli sforzi (troppo cari) di Google in questo spazio non sono riusciti a conquistare il mercato. Fonte: Business Insider

Commenti

commenti