Tech

La rinascita di Zulily: la star dei Reality TV e il nuovo proprietario Marcus Lemonis raccontano come il rivenditore online tornerà alle sue radici

La CNBC non produce più The Profit.
Ma Marcus Lemonis sta ancora cercando di risanare le imprese.
Lemonis, che ha recitato nel reality show per otto anni, è recentemente diventato presidente esecutivo di Beyond, la società che ha appena pagato 4,5 milioni di dollari per acquisire le attività del rivenditore online in difficoltà Zulily.
In un'intervista con GeekWire giovedì, Lemonis ha detto che spera di innescare parte della salsa segreta che ha aiutato Zulily a sbocciare nei suoi primi giorni come leader delle vendite flash focalizzate su donne e mamme.
"La vendita flash, il modello da acquistare prima che finisca: ecco come rinascerà", ha detto.
Lemonis è diventato famoso per aver aiutato le piccole imprese in fallimento quando ha recitato in The Profit, andato in onda per otto stagioni dal 2013 al 2021.
Negli episodi, Lemonis ha cercato di sistemare qualsiasi cosa, dalle gelaterie ai marchi di scarpe.
Ora proverà a fare lo stesso con Zulily, dopo il sorprendente e improvviso tracollo dell'azienda avvenuto lo scorso anno.
L'azienda è nata a Seattle più di dieci anni fa ed è cresciuta rapidamente con un modello di e-commerce unico che prevedeva un numero limitato di offerte giornaliere.
Zulily era valutata più di 4 miliardi di dollari quando è stata quotata in borsa nel 2013.
Qurate, società madre di QVC, ha acquisito la società per 2,4 miliardi di dollari nel 2015 e successivamente ha ampliato il proprio catalogo di prodotti.
Ma l’azienda ha continuato a lottare contro la concorrenza di Amazon e degli operatori di e-commerce fast fashion provenienti dalla Cina, tra gli altri fattori.
Qurate ha venduto Zulily a una società di private equity chiamata Regent nel maggio dello scorso anno.
Regent ha dichiarato di voler far crescere l'azienda in nuovi mercati.
Ma alla fine ha licenziato la maggior parte della forza lavoro di Zulily e messo la società in liquidazione a dicembre.
“L’ascesa e la caduta di Zulily non sono una funzione delle persone che ci lavorano”, ha detto Lemonis.
"È una funzione delle persone che lo possiedono e lo passano in giro come se fosse una patata bollente." Ha aggiunto: “Il modo in cui la cosa è stata chiusa è stato piuttosto orribile”.
Lemonis ha affermato che Zulily è un obiettivo di acquisizione interessante perché può contribuire ad aumentare le entrate di Beyond senza assumersi molti rischi, utilizzando un modello asset-light.
Secondo Lemonis, si tratta anche di un business considerevole che ha generato entrate per circa 900 milioni di dollari nel 2023.
C'è l'infrastruttura back-end esistente – sito web, app mobile, integrazione Shopify – che rende più semplice rendere Zulily operativo entro la fine di maggio.
E c'è una base clienti integrata con 18 milioni di persone che si sono registrate come acquirenti negli ultimi due anni.
"Stiamo acquistando qualcosa di più del marchio", ha affermato Lemonis.
Bed Bath & Beyond, la catena di vendita al dettaglio di lunga data specializzata in articoli per la casa, lo scorso anno ha dichiarato fallimento ai sensi del Capitolo 11.
Overstock, fondata nel 1997 come venditore di merci in eccedenza, ha acquisito la sua proprietà intellettuale per 21,5 milioni di dollari a giugno e ha rinominato Beyond.
CORRELATO: La caduta di Zulily: come il rivenditore online di alto livello è salito, è affondato e ha chiuso Beyond, che ha registrato vendite per 1,6 miliardi di dollari lo scorso anno, punta a diventare leader nei prodotti e servizi legati alla casa.
Lemonis ha detto che il nuovo slogan di Zulily – "l'unico viola che ti fa risparmiare denaro" – era un suggerimento su come vuole competere con Wayfair, il gigante dell'e-commerce con il marchio viola.
Lemonis è ottimista riguardo all'attenzione originale di Zulily verso le donne e le neo mamme, ma si aspetta anche che il rivenditore si concentri su altre categorie di prodotti come la cucina o lo stile di vita.
"Il mio obiettivo è catturare tutti gli eventi della vita nella famiglia di ognuno", ha detto.
Lemonis spera inoltre che l'acquisizione di Zulily attiri i venditori nell'universo Beyond, fornendo percorsi diversi per vendere i prodotti.
E prevede di razionalizzare le spese della catena di fornitura tagliando “i costi medi che intaccano solo il margine”.
Un piccolo gruppo di dipendenti Zulily è rimasto in azienda durante il processo di liquidazione.
Beyond non ha attualmente piani per assumere questi dipendenti o mantenere un ufficio a Seattle, ha detto Lemonis.
Tuttavia, ha detto che è a caccia di grandi talenti e che Beyond assume lavoratori a distanza.
Lemonis è nato in Libano e adottato da una coppia che viveva a Miami quando aveva nove mesi.
Si candidò per una carica in Florida dopo la laurea alla Marquette University e poi si dedicò alle vendite automobilistiche.
Lemonis divenne in seguito amministratore delegato del rivenditore di camper Camping World, che gestisce tuttora.
Lemonis ha detto che quando si è trovato di recente all'interno del quartier generale di Overstock, sembrava "un episodio gigante di The Profit".
"Le stesse cose che ho fatto [nello show] sono le stesse cose che sto facendo", ha detto.
"Il ritmo è veloce, l'attenzione ai dettagli è elevata e la tolleranza per le stronzate è bassa."

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d