I marchi di smartphone indiani hanno continuato a rimanere indietro rispetto ai marchi cinesi rivali nel 2018

Anche se il mercato globale degli smartphone è tiepido, l'India è in crescita a causa della crescente domanda e dell'offerta economicamente vantaggiosa. È l'unico mercato al mondo a testimoniare una crescita consecutiva negli ultimi tre anni. Ma tra i primi cinque spot, tre sono occupati da società di smartphone cinesi, mentre solo uno – l'ultimo – va a una società indiana. Come da normative, ora sappiamo che il fatturato combinato dei principali marchi indiani di telefonia mobile – Micromax, Intex e Lava – è sceso a solo un quarto di quello che i marchi cinesi hanno generato in India durante l'anno fiscale 18. Come per il Ministero degli Affari Societari, il reddito aggregato dei tre produttori di fonogrammi indiani è sceso del 22% ed è stato di circa $ 105 miliardi (~ $ 1,5 miliardi) nell'esercizio 2015-18. Xiaomi, Vivo e Oppo, al contrario, hanno raccolto un fatturato combinato di quasi $ 46 miliardi (~ $ 6,6 miliardi) per lo stesso periodo, il doppio rispetto all'anno precedente. Il profitto combinato delle tre società indiane, nel frattempo, è crollato del 70% e ha raggiunto $ 1,8 miliardi (~ $ 27 milioni). Nonostante questo importante calo, le società hanno continuato a rimanere redditizie nel periodo. Micromax ha realizzato un profitto di $ 1,03 miliardi (inferiore del 72%), Lava ha raccolto $ 0,71 miliardi (il 54% in meno), mentre Intex ha guadagnato solo $ 0,1 miliardi di profitti, che rappresentano solo il 10% di ciò che ha fatto l'anno precedente. In particolare, queste perdite potrebbero anche essere dovute a un effetto a catena in seguito al presunto pregiudizio di GSMA nei loro confronti. Recentemente, i principali marchi indiani hanno fatto appello al regolatore internazionale per rinunciare alle inique tasse di certificazione addebitate al loro nome per l'assegnazione di codici di assegnazione del tipo o TAC. Dei tre marchi cinesi, solo Xiaomi ha registrato un profitto di $ 93 miliardi mentre Oppo e Vivo hanno perso rispettivamente $ 3,58 miliardi e $ 20 miliardi. Tuttavia, l'analista di Counterpoint, Karn Chauhan, prevede che i marchi indiani continueranno a perdere quote di mercato nel 2019 a causa dell'intensa concorrenza delle controparti cinesi. Se Intex e Lava desiderano recuperare da questo calo di popolarità, devono concentrarsi sul segmento entry-level e cercare di attirare utenti con prezzi più bassi, ha insistito Chauhan. Nel frattempo, devono anche diffidare di Reliance Jio, che ha guadagnato nell'anno 2018-19 a causa di piani dati a prezzi accessibili e dei suoi telefoni intelligenti. Nel frattempo, i marchi cinesi potrebbero prevedere ricavi ancora più elevati durante questo periodo, spingendo molto indietro i marchi indiani. Fonte: The Economic Times I marchi di smartphone post-indiani hanno continuato a rimanere indietro rispetto ai marchi cinesi rivali nel 2018 e sono apparsi per primi su sviluppatori di xda.

Commenti

commenti