GNSS a doppia frequenza – Un'importante funzione di posizione probabilmente manca al telefono

Non è qualcosa a cui pensi spesso, ma i servizi di localizzazione sono probabilmente una delle funzionalità più utilizzate sul tuo smartphone. Una moltitudine di app, da Pokémon GO a Snapchat, si affidano alla tua posizione per personalizzare la tua esperienza e offrirti più funzionalità. Ovviamente, questo va oltre l'uso occasionale delle app. La posizione esatta è tutto quando stai guidando in una grande città alla ricerca di un parcheggio. Sfortunatamente, quando si tratta della stragrande maggioranza dei dispositivi moderni, la posizione precisa non è qualcosa di cui si possa essere sicuri al 100%. GNSS singolo o doppio-frequenza Il telefono determina la sua posizione ascoltando i segnali radio dai satelliti nello spazio esterno o Global Satellite Navigation Systems (GNSS). La norma nel mercato degli smartphone di oggi è GNSS a frequenza singola. In sostanza, ciò significa che lo smartphone traccia un singolo segnale radio da ciascun satellite. Tuttavia, il GNSS a frequenza singola è soggetto a errori multipath. Gli errori a percorso multiplo si verificano quando un segnale rimbalza su oggetti di grandi dimensioni come gli edifici, generando più segnali di "eco" che raggiungono il dispositivo. Ciò può comportare imprecisioni di circa 5 metri. In termini reali, ciò significa che nelle grandi città la tua app di mappatura potrebbe non essere in grado di dire esattamente su quale strada ti trovi. Mentre antenne di migliore qualità possono essere più accurate, è normale che il tuo telefono riporti posizioni errate nelle aree edificate a causa di errori multipath. Quindi, come fa il GNSS a doppia frequenza a correggere questo problema? La risposta breve è due è meglio di uno. Invece di affidarsi a un solo segnale per determinare la propria posizione, i dispositivi tracciano più di un segnale da ciascun satellite, ciascuno su una diversa frequenza radio. Per gli americani con i sistemi GPS, le frequenze sono chiamate L1 e L5. Per gli europei con i satelliti Galileo, le frequenze sono chiamate E1 ed E5a. Mentre la maggior parte dei dispositivi attuali utilizza solo la frequenza L1 / E1, i dispositivi abilitati a doppia frequenza fanno uso di entrambi. I segnali L5 / E5a sono più avanzati e quindi meno inclini agli errori multipath. Possono essere utilizzati per perfezionare l'accuratezza della posizione fino a 30 cm (rispetto ai 5 m menzionati in precedenza). Broadcom BCM47755 tramite GPSWorld Il GNSS a doppia frequenza non è esattamente una nuova tecnologia. Il supporto è stato aggiunto in Android 8.0 Oreo ad agosto 2017. Broadcom lo ha seguito lanciando un chip a doppia frequenza, il BCM47755, nel settembre del 2017. Broadcom ha detto che il suo BCM47755 sarebbe stato presente negli smartphone 2018, ma non è mai stato elaborato quelli esattamente. Xiaomi finalmente è riuscito a mantenere le promesse di Broadcom con Xiaomi Mi 8, rivelato alla fine del 2018. Tuttavia, altri venditori sono stati lenti a saltare sul carro. La serie Galaxy S10, la più recente offerta di Samsung, non presenta GNSS a doppia frequenza, almeno la versione di Exynos no. Al momento, Huawei e Xiaomi sono gli unici due produttori noti i cui smartphone affermano ufficialmente di supportare la doppia frequenza. Ma Xiaomi è l'unico fornitore in cui è stato osservato l'uso del GNSS a doppia frequenza in app di terze parti. Quindi, perché il GNSS a doppia frequenza è una caratteristica di nicchia? La risposta più probabile è il costo. I chip a doppia frequenza non sono esattamente comuni in questo momento, quindi potrebbe essere difficile per i produttori metterci le mani sopra. Un'altra possibile spiegazione è che i produttori semplicemente non la vedono come una caratteristica importante. In generale, l'accuratezza entro i 5 m è sufficiente per l'uso quotidiano. Detto questo, ci sono ancora numerosi gruppi di persone che trarrebbero beneficio da una maggiore accuratezza. I primi gruppi che mi vengono in mente, ad esempio, sono jogging e escursionisti. Le inesattezze di 5 metri possono accumularsi per formare discrepanze di distanza significative per un periodo di tempo, il che potrebbe indurre un pareggiatore a credere di essere andato più lontano di quanto non abbia effettivamente. Il mio telefono supporta il GNSS a doppia frequenza? Pochissimi telefoni al momento supportano la doppia frequenza, quindi la risposta più probabile è no. Ci sono una moltitudine di app là fuori che possono aiutare a determinare se il tuo dispositivo supporta GNSS a doppia frequenza. Quello che consigliamo è GPSTest di barbeauDev, che è disponibile su GitHub, così come su Google Play. Tutto quello che devi fare è caricare l'app (preferibilmente all'esterno), lasciare che blocchino la tua posizione, quindi controllare la colonna CF per vedere se ci sono letture L5 o E5a. GPSTest (gratuito, Google Play) → Sean Barbeau, lo sviluppatore dell'app GPSTest, mantiene aggiornato un elenco di dispositivi supportati su Medium. Ci sono analisi dettagliate di molti dispositivi disponibili lì. Quali telefoni attualmente supportano il GNSS a doppia frequenza? Attualmente, Xiaomi Mi 8 e Xiaomi Mi 9 sono gli unici dispositivi che dichiarano ufficialmente di supportare la doppia frequenza. L'uso della doppia frequenza è stato confermato utilizzando app di terze parti. Per Huawei Mate 20 X, Huawei Mate 20 RS, Huawei Mate 20 Pro e Huawei Mate 20, i dispositivi sono elencati come GNSS a doppia frequenza di supporto ma, a causa della mancanza di supporto per alcune API GNSS Android utilizzate da terze parti app, l'uso del GNSS a doppia frequenza non può essere confermato utilizzando app di terze parti. Anche la variante di Hong Kong Snapdragon 855 del Samsung Galaxy S10 sembra supportarla, basata su app di terze parti, ma questo non è ancora ufficiale dato che Samsung non elenca il supporto nelle specifiche ufficiali del dispositivo. Abbiamo contattato Samsung per chiarimenti, ma non abbiamo ricevuto una risposta entro i tempi di pubblicazione. Di seguito è riportato un elenco di telefoni famosi che specificano se supportano o meno il GNSS a doppia frequenza e quali sistemi globali supportano. Google gestisce un elenco di dispositivi che supportano le misurazioni GNSS non elaborate, che costituisce la base della seguente tabella. Modello Dual Frequency Support Sistemi globali Telefono essenziale no GPS GLONASS Google Nexus 6P senza GPS Google Nexus 5X senza GPS Google Nexus 9 (Wi-Fi) senza GPS GLONASS Google Pixel XL senza GPS Google Pixel senza GPS Google Pixel 2 XL senza GPS GLONASS GALILEO BeiDou QZSS Google Pixel 2 no GPS GLONASS GALILEO BeiDou QZSS Google Pixel 3 XL no GPS GLONASS GALILEO BeiDou Google Pixel 3 no GPS GLONASS GALILEO BeiDou HTC U11 no GPS GLONASS HTC U11 + no GPS GLONASS HTC U11 Vita no GPS GLONASS Huawei Honor 8 no GPS GLONASS BeiDou Huawei Honor 9 senza GPS GLONASS Huawei Mate 9 senza GPS GLONASS BeiDou Huawei Mate 10 senza GPS GLONASS Huawei Mate 10 Pro senza GPS GLONASS QZSS Huawei Mate 20 X si GPS GLONASS GALILEO QZSS Huawei Mate 20 RS (Porsche Design) si GPS GLONASS GALILEO BeiDou Huawei Mate 20 Pro sì GPS GLONASS GALILEO BeiDou Huawei Mate 20 sì GPS GLONASS GALILEO BeiDou Huawei Mate RS (Porsche Design) no GPS GLONASS Huawei P9 no GPS GLONASS BeiDou Huawei P10 no GPS GLONASS GALILEO BeiDou QZSS Huawei P10 Lite no GPS Huawei P20 senza GPS GLONASS QZSS LG V30 senza GPS GLONASS LG G7 ThinQ senza GPS GLONASS LG V40 ThinQ senza GPS GLONASS QZSS Motorola Moto X4 2017 senza GPS GLONASS Motorola Moto Z2 senza GPS GLONASS OnePlus 6T senza GPS GLONASS QZSS OPPO R11 senza GPS GLONASS GALILEO BeiDou OPPO R15 no GPS GLONASS GALILEO BeiDou OPPO R15 Pro no GPS GLONASS GALILEO BeiDou Samsung Galaxy S8 (Exynos) no GPS GLONASS GALILEO BeiDou QZSS Samsung Galaxy S8 (Qualcomm) senza GPS Samsung Galaxy Note 8 (Exynos) no GPS GLONASS GALILEO BeiDou Samsung Galaxy Note 8 (Qualcomm) no GPS GLONASS GALILEO BeiDou Samsung Galaxy S9 (Exynos) no GPS GLONASS QZSS Samsung Galaxy S9 + no GPS GLONASS Samsung Galaxy Note 9 no GPS GLONASS QZSS SBAS Sony Xperia XZ1 no GPS GLONASS GALILEO BeiDou Sony Xperia XZ2 no GPS GLONASS QZSS Vivo X21 no GPS GLONASS BeiDou Xiaomi Mi 8 sì GPS GLONASS GALILEO BeiDou QZSS Xiaomi Mi Mix 2S senza GPS GLONASS SBAS Xiaomi sembra certamente considerare il GNSS a doppia frequenza come un investimento prezioso. Dopo l'inclusione iniziale nel Mi 8, Xiaomi lo ha portato anche al Mi 9, quindi sembra che non stia andando da nessuna parte per ora. Conclusione Il GNSS a doppia frequenza è facilmente disponibile per ogni fornitore, ma è molto lento nell'adottarlo. Mentre i motivi per cui non sono chiari, è probabile che possiamo indicare il costo come un fattore che contribuisce. Xiaomi è al comando della carica al momento, ma resta da vedere se altri importanti venditori stanno per saltare sul carro dei vincitori. Il GNSS a doppia frequenza può rivelarsi assolutamente vitale nelle grandi città dove gli errori di multipath sono un problema comune. Con la realizzazione della costellazione di satelliti Galileo in Europa in via di completamento, ora è un momento migliore che mai per le aziende iniziare a guardare sul serio il GNSS a doppia frequenza.

Commenti

commenti