Tech

Cucina fusion: Zap Energy accende un barbecue costruito per assomigliare a uno dei suoi dispositivi high-tech e surriscaldati

Zap Energy, la startup dell'area di Seattle che sta escogitando un modo migliore per generare energia da fusione, ha recentemente lanciato una griglia su misura per un barbecue estivo che prevedeva un menu fusion appropriato.
La stella del barbecue era un nuovo potente dispositivo, soprannominato FuZE Grill, che è stato donato a Zap da Trico, una società di costruzioni con sede a Burlington, nello stato di Washington, che ha lavorato per completare il progetto di costruzione della nuova sede di Zap a Everett, nello stato di Washington.
nell'officina di fabbricazione di Trico.
Il FuZE Grill è fatto per assomigliare al FuZE o al FuZE-Q di Zap, dispositivi di dimensioni simili ma invece di fare hamburger, producono energia di fusione frantumando insieme gli atomi in condizioni super calde e ad alta pressione.
"Abbiamo pensato che fosse giusto inaugurarlo con un menu fusion", ha detto Andy Freeberg, responsabile della comunicazione di Zap Energy.
“Abbiamo preparato costolette cinesi, spiedini di pollo coreani e spiedini vegetariani con salsa tailandese.
Il cibo era delizioso e la griglia funzionava benissimo.” L'evento dell'ora di pranzo a Everett ha attirato circa 40 persone.
Zap impiega circa 150 persone, con uffici situati anche nella vicina Mukilteo.
La grossa griglia argentata, con i loghi dei fulmini di Zap in vari punti, sembra qualcosa su cui tuo padre cucinerebbe se fosse un totale fanatico delle energie alternative.
Un lato della griglia è una configurazione standard a propano con quattro bruciatori.
L'altro lato è una griglia/affumicatore a carbone che Zap aspetterà per accendersi quando lo stato di Washington occidentale avrà già un po' meno fumo nell'aria a causa degli incendi.
Con il co-fondatore di Zap e CTO Brian Nelson a gestire le pinze, la griglia ha raggiunto una temperatura di circa 650 gradi Fahrenheit.
"Per confrontarlo con la realtà, le temperature più calde misurate nel FuZE-Q sono state di circa 60 milioni di gradi Fahrenheit – più calde del centro del sole", ha detto Freeberg, aggiungendo che invece del propano come carburante, FuZE-Q utilizza serbatoi di gas deuterio, una forma di idrogeno.
“L’importante distinzione scientifica è che la combustione del propano è un processo chimico, mentre la fusione del deuterio è un processo nucleare”.
Zap è stato lanciato nel 2017 da Nelson e dal collega professore dell’Università di Washington Uri Shumlak, con una tecnologia sviluppata in collaborazione con i ricercatori del Lawrence Livermore National Laboratory.
Il terzo fondatore è l'imprenditore e investitore Benj Conway.
La società ha raccolto un totale di circa 200 milioni di dollari.
La griglia ha colpito nel segno per la sua somiglianza nell'aspetto e nelle dimensioni con i dispositivi di fusione di Zap, che sono tra i modi più compatti per eseguire la fusione.
"Le persone spesso chiedono un confronto su quanto sono piccoli: ora possiamo dire che hanno le dimensioni di una griglia combinata a gas/carbone da giardino", ha detto Freeberg.
“Né la griglia né i nostri dispositivi richiedono magneti, laser o superconduttività”.
C'è di più qui su come funziona la tecnologia di fusione Z-pinch stabilizzata a flusso tagliato di Zap.
Accendere un barbecue per un pranzo estivo al lavoro è sicuramente più facile, più prevedibile e più immediatamente gratificante che accendere uno dei veri e propri dispositivi di Zap.
Ma la startup si concentra sulla generazione di energia, non sul suo consumo.
“I nostri sistemi potrebbero essere i precursori della tecnologia con il potenziale per alimentare un giorno il pianeta con energia su richiesta e senza emissioni di carbonio”, ha affermato Freeberg.
“Quindi niente sarà altrettanto soddisfacente per noi quanto ottenere una nuova intuizione chiave o raggiungere un traguardo dopo un percorso di ricerca e sviluppo di successo su FuZE o FuZE-Q”.
Zap prevede di costruire un capannone per riporre la griglia, per tenerla lontana dagli elementi e renderla facilmente disponibile per l'uso da parte di chiunque nel team.
“Speriamo che possa alimentare molte discussioni produttive sulla fisica del plasma”, ha detto Freeberg.

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d