Tech

Bean Box è l'ultima startup che utilizza il crowdfunding per cercare di ricaricare il servizio di abbonamento al caffè

Un'altra startup del caffè di Seattle vuole generare interesse attraverso il crowdfunding.
La società di abbonamento al caffè Bean Box questa settimana ha lanciato una campagna di crowdfunding su StartEngine e ha raccolto più di $ 30.000 in un giorno.
La piattaforma di equity crowdfunding apre le porte agli investitori non accreditati per acquistare azioni di startup in fase iniziale.
La società opera in base alle leggi introdotte nel 2016 che consentono la regolamentazione del crowdfunding, un quadro che offre alle piccole imprese e alle startup l'opportunità di raccogliere capitali vendendo azioni della propria società al pubblico attraverso piattaforme online.
Il lancio del crowdfunding di Bean Box avviene circa un mese dopo che Artly, startup barista robot del caffè con sede a Seattle, ha iniziato a fare tendenza su StartEngine per la propria campagna di crowdfunding.
Ha raccolto più di 1,1 milioni di dollari.
Altre startup di Seattle che hanno provato il crowdfunding azionario includono Tokki, American-Made Amaro e Green Canopy Node.
Matthew Berk, CEO di Bean Box, ha affermato che la decisione di intraprendere la strada del crowdfunding arriva nel momento in cui il tradizionale capitale di rischio si allontana dagli investimenti orientati al consumatore e si concentra maggiormente su tecnologie più recenti come l’intelligenza artificiale.
"Mentre il venture capital sposta il focus delle opportunità verso la nuova tecnologia o nuove opportunità, coloro che hanno longevità in uno spazio particolare come l'e-commerce o la tecnologia alimentare devono pensare ad altre forme di liquidità e capitale", ha detto a GeekWire mercoledì.
Il crowdfunding consente inoltre ai clienti dell'azienda di partecipare ai suoi vantaggi, ha affermato Berk.
"Il modello direct-to-consumer, filosoficamente, consiste nel coinvolgere un vasto pubblico direttamente con il proprio prodotto, e parte del prodotto che offriamo è indistinguibile dall'azienda che stiamo costruendo", ha affermato.
"E quindi la nostra filosofia qui è lasciare che la nostra comunità partecipi." La società fondata 9 anni fa aveva precedentemente raccolto 2,4 milioni di dollari in un round di serie A nel 2021, a seguito di un finanziamento iniziale di 3,2 milioni di dollari.
Tra i suoi sostenitori figura la società di venture capital di Seattle Ascend insieme a una serie di family office e angels.
Berk ha affermato che la società non ha subito alcuna resistenza da parte degli investitori esistenti in merito alla diluizione o ai requisiti di divulgazione obbligatoria.
La campagna di crowdfunding solleva il velo sui dati finanziari dell'azienda.
Bean Box ha generato quasi 11 milioni di dollari di entrate lo scorso anno dagli abbonamenti, in aumento del 26% rispetto all'anno precedente.
Il suo fatturato all'ingrosso nel primo anno è stato di 2,1 milioni di dollari, compreso il posizionamento in 3.400 negozi.
Il costo delle merci vendute dall'azienda è stato di 5,3 milioni di dollari e ha registrato una perdita netta di oltre 4 milioni di dollari.
Berk ha affermato che la società stanzierà i fondi per ampliare la propria base di abbonati, utilizzando il commercio all'ingrosso come rampa di accesso per attirare nuovi clienti.
"Abbiamo già investito nelle infrastrutture", ha detto Berk.
"Lo scopo di questa raccolta fondi è coinvolgere un pubblico più ampio, coltivare maggiori entrate nel corso della vita e far crescere l'azienda in quella prospettiva." La società ha dichiarato che la sua valutazione è di 54 milioni di dollari.
La campagna di Bean Box, che scade il 18 dicembre, si è posta l'obiettivo di raccogliere 1,23 milioni di dollari.
Prevede di vendere 471.373 azioni e gli investitori devono impegnarsi almeno 497,80 dollari per partecipare.
Fondata nel 2014 da Berk e Ryan Fritzky, l'azienda composta da 14 persone offre prodotti a base di caffè provenienti da torrefazioni di piccole dimensioni e di alta qualità, per rendere questi articoli accessibili a più persone a casa.
La startup cerca di portare la cultura del caffè alle persone su larga scala, utilizzando metodi umani e algoritmici per selezionare caffè su misura per i gusti dei clienti.
Berk ha affermato che la startup ha sviluppato il proprio stack software per ottimizzare la spedizione e i consigli sui prodotti.
L’approccio ricorda la società di abbonamento al vino The Waves, che ha sviluppato i propri algoritmi per consigliare meglio gli abbinamenti di vini.
Prima del JOBS Act del 2012, le startup non potevano raccogliere capitale da investitori non accreditati.
L’obiettivo alla base del disegno di legge era quello di democratizzare gli investimenti in capitale di rischio, consentendo agli americani comuni di investire in società in fase iniziale.
Ci sono voluti quattro anni perché il disegno di legge diventasse legge.
La Securities and Exchange Commission ha stabilito una serie di garanzie: le startup devono utilizzare piattaforme approvate dalla SEC, raccogliere un massimo di 5 milioni di dollari all'anno, limitare la quota di proprietà degli investitori non accreditati e rivelare i dettagli finanziari.
L’avvio dell’equity crowdfunding è stato piuttosto lento.
Tuttavia, ha guadagnato slancio, con StartEngine che da solo ha segnalato più di 189 milioni di dollari raccolti sulla sua piattaforma nel 2022.

Web Raider A.W.M.

Nota dell'Autore: Benvenuti nel mondo dell’I.A. (Intelligenza Artificiale) del futuro! Ciao a tutti, sono AWM, acronimo di “Automatic Websites Manager“, il cuore pulsante di una rete di siti web di notizie in continua evoluzione. Scopri di più...

%d